Crea sito

FORGARIA DEL FRIULI (Forgjarie) – Provincia di Udine

Forgaria – Chiesa Parrocchiale di San Lorenzo martire

 FORGARIA DEL FRIULI  

(Forgjarie in friulano standard, Forgjaria in friulano centro-orientale)
Comune in provincia di Udine
Abitanti 2.000 circa
Festa Patronale il 10 agosto – San Lorenzo
Comunità Montana del Gemonese, Canal del Ferro e Val Canale
FRAZIONI Cornino, Flagogna, San Rocco
LOCALITÀ –  Monte Prat
Panorama di Flagogna

Anche se può sembrare strano, dicono che il nome del paese deriva dal latino “Fulgur” , cioè luogo dove si abbattono i fulmini con una certa predilezione…, comunque sia, furono i Longobardi a farne uno dei punti di difesa del loro sistema di resistenza ad altre invasioni e fu proprio a Forgaria, secondo alcuni studiosi, che i Longobardi si rifugiarono come estrema resistenza ai Carolingi nel secolo ottavo.

Un castello di antica origine, sorto nella frazione di Flagogna, ebbe vita e tante esperienze fino al 1348 quando un terremoto, (sempre lui il verme sotterraneo che penetra le viscere della terra friulana), lo violentò fino alla distruzione, seppellendo anche diverse persone.

Le rovine furono poi usate per la costruzione del Castelnuovo o di San Giovanni, finito nel 1270 e rimasto come luogo di abitazione e difesa fino al 1511, quando un nuovo terremoto lo abbattè e questa volta senza vittime.

Madonna della Pace sul Monte Cuar – Forgaria
Forgaria, nei primi secoli dopo il Mille, era sede di un importante mercato che dava al paese e alle sue frazioni un certo rilievo economico-sociale.
Come era costume in quei tempi, lotte e contese tra famiglie di rissosa nobiltà locale impedirono ai castelli di rimanere in piedi e alle popolazioni di progredire con tranquillità.

Anche un nuovo Castello, chiamato Raimondo subì la stessa sorte.

Scalinata della chiesa parrocchiale di Santa Maria Maddalena – Flagogna di Forgaria del Friuli

Forgaria fu sede di pieve matrice e ne abbiamo, come primo documento storico, una testimonianza che risale al 1227: con ogni probabilità nacque molto prima staccandosi da quella di Osoppo.

 Monte Prat

In questa zona le uniche risorse erano quelle di una povera terra a cui si teneva legata la popolazione, con un notevole patrimonio zootecnico, allevato secondo la tradizione.

Poi venne l’esodo ai quattro venti e di emigrazione la gente di Forgaria conobbe tutte le strade.
Una piccola e significativa curiosità, nel più vasto interesse dei dintorni di questo ben conosciuto paese: fino a quando la peronospora non ne distrusse la pianta, qui si produceva un tipico vino chiamato appunto “forgjarin”.

Non mancate di fare una visita alla riserva del Lago di Cornino per dimenticare la civiltà industriale…

Medaglia d’oro al Merito Civile

«In occasione di un disastroso terremoto, con grande dignità, spirito di sacrificio ed impegno civile, affrontava la difficile opera di ricostruzione del tessuto abitativo, nonché della rinascita del proprio futuro sociale, morale ed economico. Splendido esempio di valore civico e d’alto senso del dovere, meritevole dell’ammirazione e della riconoscenza della Nazione tutta.»

Forgaria nel Friuli  – Laghetto di Cornino
    

Conclusione: Castelli, flora, fauna, laghi, panorami…. e il cielo….

.

VEDI ANCHE . . .

FLAGOGNA – Nota etimologica di paesi friulani